Marketing Alimentari

Chi produce beni appartenenti alla categoria del Food and Beverage oggi non è più costretto ad una vendita ristretta, grazie alla possibilità di vendere e pubblicizzare i suoi prodotti online. Il marketing dei prodotti alimentari è sicuramente diverso e più difficile rispetto al marketing di altre categorie di beni. Chiunque abbia una buona strategia di brand e discreta conoscenza dei mercati può riuscire a raggiungere il proprio pubblico con i suoi prodotti diffondendo sui social media, con le email, ed altri strumenti tecnologici il proprio lavoro ottenere dei risultati positivi in più rispetto ad altri concorrenti.
Per un buon piano di marketing dei prodotti alimentari bisogna ricordarsi che il consumatore oggi non si lascia convincere tanto facendo facilmente, infatti sono sempre più in diminuzione coloro che acquistano dei beni solo in relazione al brand a cui appartengono. I clienti attualmente cercano buona qualità e buon servizio di vendita, ma anche l’onestà è la trasparenza da parte di chi propone i prodotti. Inoltre i consumatori amano esprimere la loro opinione su quello che acquistano, tramite l’e-commerce si da la possibilità agli acquirenti di valutare quello che hanno comprato attraverso delle recensioni o condivisioni sui social networks. Un sito ottimizzato per la vendita online di alimenti e bevande dovrà essere ben strutturato con foto veritiere dei prodotti, descrizioni sui metodi produttivi e sulla storia delle materie prime utilizzate, prezzi, e facilità di acquisto. Vendere alimentari sul web non è semplice, piuttosto che iniziare una vendita di prodotti banali, che possono trovarsi dappertutto sia nei negozi fisici che in internet, è meglio specializzarsi in vendite particolari, ad esempio di prodotti biologici o comunque salutistici ed ecosostenibili.
Per costruire un piano marketing efficiente serve avere conoscenza dell’azienda, dei suoi obiettivi e del mercato in cui è inserita.

Un’azienda alimentare non si valuta solo dal prodotto che vende, ma anche dalla sua organizzazione, dalla struttura di vendita, dalla capacità di comunicazione. È importante poi valutare le possibili partnership con fornitori o distributori. Fatta l’analisi dell’azienda alimentare si passa allo studio del mercato e quindi della concorrenza, ed in questo il web può venirci in aiuto, perché se esistono dei concorrenti forti questi emergeranno anche online. In questo modo si capisce quel è l’obiettivo commerciale da raggiungere e quale fetta di mercato si vuole conquistare.

Molto spesso se si è un piccolo produttore invece che mettersi da soli on line conviene iscriversi su dei portali dedicati che raggruppano molti altri venditori, apparentemente questo può sembrare controproducente ma in realtà serve a farci conoscere inizialmente ed una volta conquistata la nostra clientela potremo decidere se avere una vendita su un sito esclusivo. Una volta valutato tutto questo si inizierà a parlare dei tempi necessari per raggiungere determinati obiettivi in funzione delle risorse economiche che l’azienda può investire. Maggiori sono gli investimenti in visibilità del sito, organizzazione eventi, etc. minori potrebbero essere i tempi in cui inizieremo a guadagnare e conteggiare gli utili.

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes